martedì 30 dicembre 2014

Bilancio letture 2014

Buongiorno pulzelle e pulzelli (pulzelli? Vabbé) come avrete notato sono stata un po'assente ultimamente. Purtroppo non ero in casa e non avevo il mio adorato computer a portata di zampa. Perciò eccomi a fare il bilancio delle letture il giorno prima della fine effettiva dell'anno. Mi dispiace moltissimo non aver avuto tempo per leggere, sono ancora bloccata su "Percy Jackson - la battaglia del labirinto" e non riesco a schiodarmi, è come se ci fosse sempre altro da fare...
Il bilancio annuale sarà strutturato così:

  • Numero dei libri letti
  • Top five
  • Flop five
  • Wishlist
Perciò, bando alle ciance e cominciamo:
Quanti libri hai letto nel 2014?
Considerato che faccio nove ore di scuola al giorno mi ritengo soddisfattissima dei miei 47 libri. Il prossimo anno (cioè domani) farò partire la reading challenge, il mio obbiettivo è arrivare almeno a 50. Visti miei studi non mi richiedo di più, anche se so che 'è chi quest'anno ha letto più di 100 libri...


La tua Top five del 2014:
  • Alice nel paese delle meraviglie, ormai, se seguite da un po' il mio blog, saprete che questo è il mio libro preferito in assoluto. Lo possiedo in tre versioni diverse e lo rileggo ogni anno. QUI vi lascio la mia recensione, anche se tutte le immagini sono scomparse... così potrete comprendere quello che intendo senza che io mi dilunghi su questo post. Non finirei mai più!
  • Il trono di spade, ci tenevo a recensirvelo, ma il mese scorso avevo così tanta scelta che ho lasciato che foste voi a decidere e questo non lo ave votato. Un po' ne sono sollevata perché non avrei saputo cosa dire. Amo questo libro, la maestria di Martin è stupefacente, questa saga mi piace al pari di Harry Potter, ed è l'unica che è riuscita a raggiungere un livello tale. Possiedo i primi tre volumi e non vedo l'ora di leggere il secondo!
  • I beati anni del castigo, vi parlerò questo mese di questo libricino così importante per me, è riuscito a cambiarmi la vita con poche frasi, non vedo più il mondo allo stesso modo (ed è lo stesso effetto che mi ha fatto Alice) e credo che sia questo che un libro deve fare, rimanerti dentro al punto da cambiare la tua percezione.
  • Mr.Mercedes, anche di questo la recensione deve ancora arrivare... meritava di essere nella Top Five? Forse no. Allora che ci fa qui? Semplice: mi ha regalato una meravigliosa scoperta, non sapevo se dare o no una seconda possibilità a King e ho avuto la fortuna di imbattermi in questo meraviglioso romanzo. La sorpresa che mi ha dato è stata tale che ora non vedo l'ora di leggere altro di questo autore. Un libro che ha un effetto del genere, secondo me, merita un posto in classifica.

La tua Flop five del 2014:
  • Fiesta, una delusione totale, speravo che il rinomato nome di Hemingway mi sarebbe entrato nel cuore come è stato per molti, invece si è trattato di un libro senza trama e senza senso. Spero che sia solo un flop dell'autore e le altre sue opere siano invece degne della fama che hanno ricevuto. Non so quando e se gli darò un'altra possibilità...
  • La salvezza, ormai questi libri sono orribili, le storia non ha più senso in quanto non è altro che una continua contraddizione, personaggi morti libri e libri fa ritornano in vita senza spiegazione. Da quando non è più la Smith a gestire la sua saga (cioè da quarto libro in poi) è andato tutto in malora. Li leggo ormai solo per affetto, uno all'anno, in modo da avere il periodo in cui, per quanto ciò che leggo faccia schifo, ritorno nel magico mondo di Fell's Church (ricordando la bellezza perduta dei primi volumi).
  • La masseria delle Allodole, ora so che alcuni di voi mi sputeranno in faccia... penseranno che io non leggo libri seri, non leggo letteratura e bla bla bla... vi assicuro che non è così, io leggo letteratura, ma non riesco a sopportare i libri che parlano di stragi. L'olocausto, i genocidi, le guerre... insomma i libri storico/drammatici non fanno proprio per me. Sono parte integrante della nostra letteratura e nonostante questo continuo a non sopportarli, e più mi forzo a leggerli per trovarne almeno uno che mi piace, più mi allontano da questo genere.
  • The returned, (e suoi tre prequel in pdf) è un libro che ho letto all'inizio dell'anno... forse alla fine del 2013, non ricordo bene, comunque in quell'arco di tempo. L'ho trovato inutile, ben scritto ma inutile, senza un inizio né una fine, senza un insegnamento... senza nulla. (QUI la recensione. Non so perché gli ho dato tre stelle, avrebbero dovuto essere due).

Wishlist
Un libro che nel 2015 dovrà ASSOLUTAMENTE essere mio, senza né se né ma, è: "Le cronache del ghiaccio e del fuoco, volume 4". Uscito in libreria da poco e praticamente già tra le mie mani!

E per voi? Com'è stato il 2014 in fatto di libri?



Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un segno del vostro passaggio, ne ho bisogno per capire quali post preferite :3