venerdì 21 febbraio 2014

Recensione - Veleno d'inchiostro


Titolo: Veleno d'inchiostro
Serie: Mondo d'inchiostro
Autrice: Cornelia Funke
Prezzo: 10,50
Pagine: 590
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 2008
TRAMA: Portare nella vita reale i personaggi di un libro o addirittura entrare nel libro che stiamo leggendo: un sogno che il padre di Meggie sa realizzare grazie al suo meraviglioso talento. Ma quando Meggie decide di aiutare l'amico Farid a ritrovare il suo maestro e si tuffa insieme a lui nel mondo d'inchiostro, le parole dei libri si rivelano una terribile trappola. Amici, amori, fughe, incendi, duelli e scambi di persona in un romanzo indimenticabile.

Allora, mi sembra abbastanza sottinteso che io non abbia la più pallida idea di come cominciare questa recensione... quindi parto con le premesse:
Sto scrivendo dal telefonino, qualunque stupido errore di battitura sarà dovuto a questo, ok? (Si, mi piace vincere facile). Seconda premessa: la lettura di questo volume è stata davvero lunga, mi ha preso tre settimane esatte, ed è stata una delle uniche letture degli ultimi anni che ho intermediato con altre (addirittura due!). Cosa che, come voi sapete, io non faccio MAI.
Detto questo si comincia. Non c'è bisogno che io tessa ancora la lodi della penna magica della Funke, la adoro, asoro il suo stile impersonale e crudo, adoro la sua fantasia e al contempo la fredda realtà che sbatte in faccia al lettore. Questo libro, come avrete sicuramente notato, ha ricevuto tutte le stelle (e cioè mi è piaciuto più del precedente) questo perché, insieme ai personaggi, sono maturati anche i pensieri che la Funke descrive.
Questa volta ci troviamo catapultati nel magico mondo d'inchiostro... un mondo che, anche con tutti i suoi attraenti misteri, è governato dall'ingiustizia e dalla paura. E io ho davvero adorato questa nuova ambientazione!
I personaggi, già ottimamente caratterizzati nel primo volume, in questo cominciano a sviluppare una loro autonomia incontrollabile, come se, insieme alle storie di Fenoglio, i personaggi si auto-creassero. È proprio questa una delle più belle sensazioni che si possono avere riguardo ai personaggi di una saga! I loro intrighi, i loro difetti, l'affetto che provano gli uni verso gli altri e la crudele ingiustizia sono così veri... così tangibili da avermi fatto credere per un momento di essere una Lingua di Fata.
In questo volume l'ultimo centinaio di pagine mi ha davvero rapita senza la minima via di scampo, da una pagina all'altra ho pianto sempre più forte (ovviamente non vi svelo perché) vi dico solo che è uno dei colpi di scena migliori che io abbia mai letto.
Per concludere non mi resta che consigliarvi supermega caldamente questa meravigliosa e magica storia.

A questo libro ho dato: 5 stelle
Non ci sono stelle rimanenti

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Davvero davvero! Mi sarei aspettata anche io di trattenermi sulle 4 stelle ma invece mi ha sorpresa e riempita di emozioni! Possiedo già il terzo volume e non vedo proprio l'ora di leggerlo *.*

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, ne ho bisogno per capire quali post preferite :3