lunedì 25 novembre 2013

Inentions of the week #5 - Keep calm and kill everyone


Salve, Creature! Eccomi tornata con una regolare puntata di 'Intentions of the week'.
1) Riuscire a prendere un buon voto in arte e diritto
2) Non prendere un altro 4 in matematica
3) Non morire (tra le più difficili)
4) Arrivare a buon punto con la lettura della 'Biblioteca dei morti'
5) Far passare in fretta la settimana... voglio il weekendddddd!!!
6) Far finta di non essere nervo e tesa come un laccio da scarpe.
7) Non uccidere nessuno (anche questa molto difficile)


domenica 24 novembre 2013

Wishlist - Stavolta non solo uno!

Salve, Creature. Oggi, invece di presentarvi un libro che è entrato, chissà tramite quale mezzo, nella mia WL, vi farò direttamente vedere la WL che ho scritto per i miei parenti per natale:


WISHLIST PER NATALE
-9000 giorni e una sola notte, Jessica Brockmole
-La leggenda di Cane Solitario, Ivan Clark e Stu Duval
-I segreti di Coldtown, Holly Black
-Cose che nessuno da, Alesantro D'Avenia
-La fattoria degli animali, George Orwell
-Jane Austen tutti i romanzi, Edizione Mammut
-1Q84 (trilogia), Murakami
-Cecità, José Saramago
-Ci vogliono le palle per essere una donna, Caitlin Moran
-Divergent (trilogia), Veronica Roth
-The sky is everywhere, Jandy Nelson
-Colpa delle stelle, John Green
-La vera storia di Capitan Uncino, P.D. Baccalario
-Novecento, Alessandro Baricco già letto
-Harry Potter (I primi 4), J.K Rowling già letti
-Creature fantastiche dove trovarle, il quidditch attraverso i secoli, le fiae di Beba il bardo, J.K Rowling già letti
-Alice nel paese delle meraviglie, Lewis Carroll
-La fabbrica di cioccolato, Roald Dahl
-Piccole donne crescono, Luisa May Alcott ce l'avevo ma l'ho perso
-Victor Hugo, Edizione Mammut
-Le cronache del ghiaccio e del fuoco, George R. Martin (ultima edizione tradotta dall'originale americana)
-Memorie di una Geisha, Arthur Golden
-L'ospite, Stephanie Meyer
-L'uomo che odiava Sherlock Holmes, Graham Moore
-L'isola di Arturo, Elsa Morante

Ho finito, Creature! E voi? Cosa avete chiesto a natale? Conoscete o avete letto alcuni di questi libri? Io ho ristretto la mia WL per poterla dare ai parenti, in realtà ce ne sarebbero altri... -.-"


sabato 23 novembre 2013

Recensione - "La saga di Terramare" Il Mago

Titolo: Il Mago
Serie: La saga di Terramare
Autrice: Ursula K. Le Guin
Prezzo: 22€
Pagine: Solo il primo libro - 229; tutto il volume - 1487
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: Prima edizione italiana - 1986; questo volume - 2013




TRAMA: Nel mondo incantato di Terramare, fatto di arcipelaghi e acque sconfinate, un giovane pastore possiede il dono di parlare agli animali e piegarli alla sua volontà con misteriosi sortilegi. Non sa ancora di essere Ged, il grande mago destinato destinato a sconfiggere le forze dell'oscurità che minacciano di sopraffare il suo mondo. Solo il duro e avventuroso apprendistato presso la Scuola per Maghi dell'isola di Roke lo renderà degno di diventare il Signore dei Draghi e di sfidare le potenze del Male. Ma lungo il percorso, in un viaggio che lo spingerà oltre il regno della morte, incontrerà un nemico inaspettato: la propria ambizione e il desiderio di potere, che lo costringeranno a misurarsi con l'Ombra e minacceranno di annientare l'unico eroe in grado di riportare la magia in una terra che ne ha disperato bisogno.

Ok, ora mi impegno davvero. Non mi viene in niente nulla da dire ma io ci provo. Al massimo vomito qualche cavolata... il mio desktop ha bisogno di sporcarsi un po'.
Perché dico che non ho nulla da dire? Perché con i libri che mi sono piaciuti in maniera incondizionata è sempre difficile trovare le parole adatte, è come se avessi "paura" di cominciare a parlare della trama, dei personaggi... paura, non so di cosa ma vi assicuro che non è facile...
Direi di cominciare con un approccio in un certo senso "esterno", più legato al volume che al libro in sé. Come vi ho già detto questo volume è in realtà una raccolta dei 6 libri che compongono, appunto, la saga di Terramare, ne esiste anche un'altra edizione intitolata "The legend of Earthsea" che però contiene i primi cinque e basta, e ha traduzioni peggiori. Ci tenevo anche a dire che se volete cominciare la saga io vi consiglio di prendere direttamente questo perché i libri singoli non si trovano da nessuna parte (o almeno io non li ho visti).
Bene, ora non si può più scappare, di cosa parla questo libro?
In questo libro la storia narrata parla di Ged, inizialmente un semplice pastorello di campagna proveniente da uno dei paesini più piccoli del Terramare. Già da piccolo, però, la strega-fattucchiera del paese nota le sue straordinarie abilità legate al controllo degli animali e decide di insegnargli quello che sa. A dodici anni circa (non ricordo l'età esatta) un vero e proprio mago arriva al paese e lo cerca, è disposto a prenderlo con sé ed insegnargli ciò che un mago deve sapere. Questo signore però è uno di quei maestri di cui ti fidi solo a metà. Non capisci il motivo di ciò che ti chiedono di fare e vorresti imparare di più. Dopo un anno Ged se ne va, finalmente studierà all'accademia dei maghi, finalmente il suo meraviglioso talento sarà apprezzato e conosciuto in tutto il Terramare... a meno che lui non combini un casino tremendo rischiando di uccidere se stesso e mazza scuola. Indovinate: è esattamente quello che fa! Si può dire che la vera storia parte da qui... da quando combina questo "casino" e, ovviamente, deve sistemarlo. Ged partirà all'inseguimento del "problema" che ha sguinzagliato per gli oceani del Terramare e trascorrerà un lungo periodo approdando su isole sconosciute con barchette di legno, facendo il mendicante e vivendo delle gentilezze che la gente gli farà in cambio di qualche incantesimo. Ma non sarà sempre solo, fortunatamente, durante la seconda parte del suo viaggio, Estarriol gli farà da spalla, promettendogli che comporrà ballate e per i bardi e leggende per i cantastorie che narreranno le grandi imprese di Ged.
Lo stile della Le Guin è una delle cose più piacevoli e stupende che io abbia mai avuto sottomano, lei scrive non come un normale fantasy alla Harry Potter (ci tengo a dire che questa non è assolutamente un critica, sono una fan sfegatata di Harry Potter e J.K. Rowling è la mia scrittrice preferita ^^) ma in modo ancora più esterno... onnisciente, questa è la parola, la Le Guin scrive in terza persona con un narratore onnisciente, che conosce perfettamente il destino di Ged e questa cosa ci viene fatta notare molto bene infatti a volte la narrazione si interrompe un attimo con frasi tipo:
"Ma nelle gesta di Ged non si racconta niente di quel lontano viaggio, e non si accenna neppure all'incontro di Ged con la sua Ombra avvenuto prima che il mago si recasse al Branco dei Draghi, tornandone incolume, prima che recuperasse dalle Tombe di Atuan l'anello di Erreth-Akbe, riportandolo poi ad Havnor, e ben prima, infine, che tornasse ancora una volta a Roke come Arcimago di tutte le isole del mondo."
Questa è la fine esatta del libro, come potete vedere lo stile della Le Guin richiama molto alla leggenda, molto alla "storia della buona notte", piuttosto che a un fantasy moderno. Da questo finale si capisce perfettamente che il narratore è onnisciente perché ci sta raccontando cose che accadranno nel futuro del nostro giovane Ged, per esempio, come immagino avrete notato l'autrice fa riferimento alle Tombe di Atuan e all'anello di Erreth-Akbe che sono i "punti cruciali" del secondo libro...
Che altro dire, i personaggi sono stupendi e sono forse la cosa più difficile da descrivere, l'autrice non si sofferma a parlare della psicologia di un personaggio per un capitolo intero e non spreca neanche due righe per parlare di come è vestito... però usa le parole giuste, poche parole e quel personaggio viene caratterizzato perfettamente, tra l'altro questo modo di descrivere è perfettamente in accordo col suo modo di narrare la vicenda, immaginate di raccontare una storia a dei bambini, non vi soffermereste mai a parlare perfettamente di un solo personaggio, no? La Le Guin fa esattamente la stessa cosa, durante la narrazione piazza qualche osservazione come "Non aveva notato come la sua amica fosse ingrassata." oppure "vide le cicatrici sul suo volto e..." insomma, frasi qua e là che ti aiutano a delineare un viso e un carattere per ogni nome.
Riguardo ai dialoghi non ho niente da dire perché ce ne sono molto pochi, vale lo stesso concetto di prima, in una storia narrata a voce non ripeti perfettamente qualunque parola dei personaggi. Il libro è molto più concentrato sulle azioni fisiche dei personaggi, ma i dialoghi che ci sono sono stupendi, mai finti e utilizzati ottimamente come strumenti di caratterizzazione.
Beh... a parte che questo libro è irrimediabilmente entrato a far parte dei miei preferiti io non ho nient'altro da dire quindi, alla prossima Creature!
A questo libro ho dato: 5 stelle
NESSUNA STELLA RIMANENTE

mercoledì 20 novembre 2013

Il riassunto del tempo perduto - Mai più il perdono

Saaaalve!!!
1)Si, sono felice perché ho finalmente cinque minuti da dedicare al blog.
2)No, non ho sensi di colpa per avervi promesso che avrei ricominciato a postare giornalmente perché non mi aspettavo che vi fidaste.
3)Si, ho letto moltissimo e ho terminato Il linguaggio segreto dei fiori e ho solo una parola riguardo a questo libro: Fragola.
4)No, non ho scritto nemmeno le bozze delle recensioni che ho in arretrato perché sono una persona orribile e bugiarda.
5)Questo voleva essere il riassunto di ciò che ho e non ho fatto da quando vi ho scritto l'ultima volta (più cose NON fatte...).

Non vi chiedo di perdonarmi per l'assenza, io sono una persona forte e non ho bisogno di essere perdonata bugia.
Di novità ne ho solo alcune:
- Ho scritto una wishlist quasi completa dei libri che voglio per questo natale.DATEMELI!!!!!!!
- Ho finalmente cominciato la prima pagina di: la biblioteca dei morti con grande sollievo della mia amica ^^.
-Ho preso 6 in francese.

Tra l'altro ci tenevo moltissimo a ringraziare Ilenia del blog Libri di Cristallo per avermi assegnato The liebster award!! Non posso scrivere oggi il post ma volevo far sapere che l'ho visto e non appena avrò tempo lo assegnerò a mia volta ^^.

Questo post è decisamente più corto del solito ma... beh non ho nulla da dire... ormai voi Creature siete abituate alla mia incompetenza nei periodi di crisi e rabbia repressa. (Tra l'altro sono così in crisi che mi è venuto il blocco dello scrittore... Grhhh...).

Quindi, oggi è mercoledì! Dato che non ho idee riguardo a cosa dirvi, postiamo w...w...w...Wednesday, rubrica di cui ho sentito la mancanza! :)


Per partecipare basta rispondere a queste domande:
-Cosa stai leggendo?
-Cos'hai appena finito di leggere?
-Quale sarà il prossimo libro che leggerai?

sto leggendo:
la biblioteca dei morti, Glenn Cooper

ho appena finito di leggere:
Il linguaggio segreto dei fiori, Vanessa Diffenbaugh

il prossimo libro che leggerò sarà:
(campo vuoto, come sempre non ne ho idea)

Bene, Creature! Mi è appena venuto in mente che non vi ho scritto né sabato né domenica, e quindi voi non avete idea delle nuove entrate nella libreria del Castello... eccoli qui (sappiate che non metterò la trama perché, essendo i due seguiti della biblioteca dei morti, nella trama potrebbero esserci spoiler sul primo libro):
Beh... avendo già comprato i seguiti devo dire che spero proprio il primo mi piaccia ^^...

Per compensare alla rubrica del martedì vi scriverò il teaser del libro che stavo leggendo in quel periodo, e del libro che sto leggendo al momento: 

Il linguaggio segreto dei fiori
Allontanai lo sgabello da Grant come se dovessi servire un cliente, anche se il mercato era quasi deserto. "Sì? E chi è?" chiese. "Una, non importa chi", risposi. "E' venuta in negozio ieri. La settimana scorsa ho aiutato la sorella. Be', questa donna dice che il marito non la vuole più. Capisci in che senso..." Non riuscii a finire la frase. "Mmm", fu il primo commento di Grant. Sentii i suoi occhi sulla schiena ma non mi voltai a guardarlo. "E' difficile. Il linguaggio è dell'epoca vittoriana, ricordi? Non si parlava di sesso allora."
Pag.131

La biblioteca dei morti
Will tracannava in fretta i drink, costringendo la cameriera a fare la spola tra il séparé e il bancone. Nancy guardava Will bere come una spugna, mentre lei sorseggiava una bevanda analcolica. Il loro tavolo all'Harbor Restaurant dava sulla baia e le acque placide si scurivano mentre il sole tramontava. Will aveva notato il ristorante prima di lasciare l'isola, borbottando "Lì dev'esserci un bar".
Pag.191

Ottimo, Creature, per oggi ho davvero finito! E voi che mi dite?


mercoledì 13 novembre 2013

Ragazzina proprietaria di un castello antico soffocata dalle sue Creature "Da domani mi impegnerò di più!" - Dice.

Buonsalve onorevoli Creature.
Le rubriche del Lunedì, Martedì e Mercoledì, come immagino avrete notato, sono saltate (come vi avevo avvertito) e  oggi sono qui perché questo è il mio ultimo giorno di scuola della settimana!! Ululate di gioia alla Luna insieme a me!! Sono felice a discapito di chiunque sia stracolmo di impegni in questi giorni! Un po' di riposo lo meritano tutti, no?
E poi potrò tornare a pubblicare un post al giorno come teoricamente (teoricamente memorizzate bene la parola) dovrei fare.
E soprattutto avrò tempo per leggere!!! E soprattutto avrò tempo per leggere!!! E soprattutto avrò tempo per leggere!!! E soprattutto avrò tempo per leggere!!!
Rendeva l'idea, no? ^^
Quindi: cos'ho fatto in questi giorni?
-Interrogazioni su interrogazioni e verifiche, e non è ancora finita.........


-Praticamente non ho messo piede fuori di casa.
-Ho incontrato sull'autobus una mia amica che non vedevo da troppo tempo.
-Ho ricevuto la lettera a casa ai genitori perché sono sotto in due materie (Pensiero dei prof: oh, cavolo tutta la classe è sotto in 4 materie o più e lei solo due! Diamole la lettera, non si può andare a vanti così!!!) Mia reazione:


-Nel periodo di tempo trascorso dopo il post di sabato sono riuscita a leggere, tra impegni vari SOLO UN DANNATO CAPITOLO delle Tombe di Atuan e non avete idea di quanto la cosa mi faccia stare male.

Passando a argomenti meno depressi (oh andiamo, mi trovo in un castello infestato da fantasmi, zombie e ogni altro genere di creatura che è meglio non far arrabbiare, non biasimatemi se non riesco a essere "meno depressa" ^^)... La prof di greco ci ha gentilmente consigliato una lettura per le vacanze di natale ("Se non lo leggete è 2!"), si tratta di: Lavinia, che, da quello che ho capito, parla di una ragazza che non accetta la discriminazione femminile (ovviamente ci troviamo nell'epoca greca) e in ogni caso è un fantasy, come potrei mai tirarmi indietro? Semplice, non lo farò! Così ho chiesto alla prof il nome dell'autrice per poter ordinare il libro e... indovinate un po'! Si tratta della mia adoratissima Ursula K. LeGuin!!! A questo punto non vedo l'ora di leggerlo!

Dato, che non ho altri post da preparare in questi giorni, e che sono a casa.......... FORSE e dico solo forse, potrei mettermi a scrivere la recensione di Il Mago, tanto per introdurvi alla saga. Mi piacerebbe molto riuscirci però boh, coi libri troppo belli è sempre difficile! ^^ Però non mi piace lasciare post in arretrato quindi vi giuro che almeno ci provo, ok?
E ora vi lascio prima che le creature del castello si arrabbino irrimediabilmente con me per aver parlato male di loro >.<



domenica 10 novembre 2013

Tag: I 100€ regalati alle case editrici


Devo fare alcune premesse prima di cominciare questo TAG:
1) Oggi non ci sarà la puntata della Wishlist perché purtroppofortunatamente non vi ho aggiunto nessun libro questa settimana.
2) Trasgredirò alle regole di questo tag. Le regole infatti dicono di trovare libri che non ti sono piaciuti comprati da te per un valore di 100€. Peccato che io abbia un sesto senso per i libri e non ho mai sbagliato un colpo! (solo qualche volta...^^) quindi i libri che vi mostrerò saranno per la maggior parte regalati, e non posso farci nulla.
3) Quasi tutti i libri che vi mostrerò sono per ragazzi e sono stati editi o dalla Disney o dal battello a vapore. Perché quand'ero piccola la gente pensava che dovessi leggere libricini per dementi, quindi se vedete solo libri per gente di otto anni, sappiate che non è colpa mia -.-"

Le premesse sono finite (ho dimenticato di dire che ho scovato questo Tag  girovagando a caso sul blog Libri di Cristallo di Ilenia, I tuoi tag sono sempre carinissimi ^^) quindi cominciamo a presentare 'sti libri!



I primi due li ho comprati e il terzo mi è stato regalato:
-Sogni di sangue un libro senza né capo né coda, se non hai abbastanza spazio scrivi solo un racconto ma scrivilo bene! 0,99 cent nelle tasche della Newton Compton.
-Csi Alaska non così pessimo da dire che non va proprio letto, ma ha decisamente deluso le mie aspettative! 5,17 (prezzo originale 6,90) che se ne vanno nelle tasche della Newton Compton.
-Implosion niente da dire, lo scempio degli urban fantasy 9,90 nel portafogli della DeAgostini.

Anche qui, i primi due comprati e il terzo regalato.
-I Malavoglia allora premetto col dire che è un classico della letteratura italiana quindi se ora me ne uscissi dicendo che fa schifo mi sputerei in faccia da sola, e continuo dicendo che a me il verismo di Verga piace molto e leggo volentieri le sue novelle, ma un libro non lo leggerei mai! Le novelle sono bellissime perché in dieci pagine sono finite e sono ben scritte, ma un libro di quasi trecento pagine scritto col suo stile è molto difficile da leggere, e io proprio non ho voglia. 9€ alla Mondadori.
-L'inganno dell Morte Questo libro non è brutto, però è confuso, confuso in una maniera disumana, troppi particolari non hanno senso e non vengono spiegati, troppo fastidio perché ti lascia ignaro di tutto fino alla fine, ma ripeto non è brutto, solo che non sono riuscita  a capirci nulla, devo rileggerlo! Diciamo che andando a memoria gli darei due stelle e mezzo, quindi comunque non è sufficiente. 14€ nelle tasche della Kowalski.
-Il diario di Anna Frank se qualcuno si azzarda a dirmi che non capisco niente di storia e non sono acculturata perché non mi piace questo libro lo uccido! Ok?? ok. Avrà pure fatto la storia, sarà stato citato ovunque, ma a me non è piaciuto e ho tutto il diritto di dirlo! 12,50 per la Einaudi.

Ed ecco qua i libri per ragazzi di cui vi parlavo! Io, come sapete, adoro il fantasy per ragazzi e lo leggo volentieri, (e tra questi di fantasy veri c'è solo "LA PORTA INCANTATA") ma c'è differenza tra per ragazzi e per bambini, a quanto pare chi me li ha regalati non lo sapeva.
-La porta incantata qui il problema non è che non mi è piaciuto, più che altro è che non POTEVA piacermi, perché chiunque di voi conosca Geronimo Stilton sicuramente saprà che se sue saghe durano per centinaia di volumi, bene questo è il secondo delle Cronache del regno della fantasia e... non mi è mai stato preso il primo! Quindi prendere questo è stato completamente inutile! 15,73 per la Piemme (prezzo originale 18, 50).
-I guardiani della torre di Londra niente da dire, un libretto per bambini che è sicuramente, tra quelli che vi presento, quello che mi è piaciuto di più! 7,50 per il battello a vapore! ciufff ciuuuuuf!!
-Il fuoco di Archimede, 6€ per il battello a vapore (prezzo originale 8€)
-Il mio amico Napoleone, ho un vago ricordo di questo libro, l'ho anche lasciato perdere perché era noiosissimo!!! Altri 7,50 per il battello a vapore!


E qui cominciano i libri per la serie suicidio! Perché lo so bene che questi libri sono dedicati a un pubblico di bambine di 8 anni, ma se c'è una cosa a cui sono assolutamente contro sono i libri tratti da film o libri fan-fiction!!! Io li odio, non li posso soffrire, se hanno fatto delle puntate di Hanna Montana non puoi accontentarti? Devi stravolgere tutta la storia, così, perché ti diverti? grrr... ok, scusate lo sfogo. Come avrete capito, con questi librettini per bambini è stato odio puro.
-Storie da east high, 4,90 per la Disney Libri
-Hanna Montana 1 e 2, rispettivamente 4,90 per la Disney Libri.

Finalmente, care Creature, il Tag è finito, io mi sono sfogata e tutti i libri che vi ho presentato raggiungono un totale di: 104,99€!!!

Quali libri avete odiato voi? Conoscete qualcuno dei libri che ho presentato?


sabato 9 novembre 2013

Recensione - Sogni di Sangue

Titolo: Sogni di Sangue
Autore: Lorenza Ghinelli
Prezzo: 0,99
Pagine: 124
Editore: Newton Compton

TRAMA: Enoch ha tredici anni ed è costretto a portare dei tutori di metallo che lo rendono facile bersaglio delle prepotenze dei suoi coetanei. Eppure, quando si addormenta, diventa più letale di una legione di demoni. Cosa accade mentre dorme? C'è forse un legame tra i sogni di Enoch, la sparizione del suo peggiore aguzzino e il ritrovamento di uno strano ciondolo risalente all'antico Egitto? Chissà se Dorotea, la madre di Enoch, donna algida e imperturbabile, con una passione viscerale e morbosa per le scienze occulte, conosce il suo segreto. Persino la loro casa nasconde un mistero, mentre tanti altri brulicano e strisciano lungo le fogne della città...

Ahaha... haha..ah. E io che pensavo che a una sola stella non ci sarei mai arrivata -.-" ora avete capito perché ho rimandato così a lungo questa recensione? Beh, come sicuramente si è già notato il libro non mi è piaciuto, ma facciamo il punto della situazione. Di solito parlo dei vari pregi e difetti del libro facendone un discorso unico, ma questo libro è così corto che non mi è possibile spiegarvelo in un discorso, perciò seguirò precisamente i vari punti del mio metro di giudizio:
-Personaggi
Caratterizzati come piogge d'acqua durante un acquazzone, tutti uguali, piatti e noiosi, ma non perché l'autrice ci abbia provato ma non ci è riuscita... no, proprio perché non sa come caratterizzarli. Il protagonista: vittima, Il teppista: stupido, la ragazza: pu.. emmhh donna... emmhh... dai facili costumi. Il personaggio peggio caratterizzato del mondo è assolutamente Dorotea, la madre di Enoch, dovrebbe essere un personaggio cupo e misterioso ma è solo inutile e incomprensibile. Enoch ha paura di lei, lei è pazza e potrebbe sclerare per un niente, ma dopo due secondi abbraccia Enoch e lo conforta, nasconde le cose senza alcun senso e... ah, boh, non ha senso continuare a parlarne! L'intera trama non ha senso!
-Descrizioni
Pessime pessime pessime... e vorresti farmi credere che è un racconto horror? Ma seriamente??? L'autrice cerca di descrivere i personaggi e posti come cupi, infelici e bui, posti insomma dove quasi sicuramente lasceresti le penne, ma riesce soltanto a trasmetterti una sensazione di disgusto verso tutto ciò che hai intorno, fango, insetti, foglie secche, questo è disgusto, QUESTO-NON-E'-HORROR!!! Ah giusto, prima ho per caso detto insetti? Non sia mai! L'autrice, a parer mio, ha una storia d'amore con uno scarafaggio. Sono ovunque, sono tutto. Sono intesta a tutti e sempre, a loro è dedicato tutto il primo capitolo, sono un'ombra che ti segue perennemente, scarafaggi, scarafaggi dappertutto! E accetterei senza problemi questa cosa... SE CENTRASSE UN MINIMO CON LA TRAMA! Ma già la trama di per sé non ha senso, perché mai dovrebbero metterci elementi che la migliorerebbero? Perché non metterci semplicemente elementi a caso come gli scarafaggi!?
-Trama
Visto che vi ho detto in entrambi i punti precedenti che la trama non ha senso ora vi spiego più o meno perché, se ci riesco ovviamente. ATTENZIONE: visto che vi voglio spiegare per bene quanto questa trama sia inutile io vi spiegherò tutto. Questo punto, quindi, è pieno di Spoiler. Questo libro non ha né capo né coda, inizia senza un senso e finisce senza un senso. Enoch sta tornando a casa dopo essere stato pestato dai teppisti della scuola e, mentre pensa inevitabilmente agli scarafaggi, giura che eliminerebbe dal mondo tutta la gente che gli fa del male. Arriva a casa, saluta quel personaggio insipido di sua madre, dopo va a letto, sogna, nel sogno (senza ovviamente alcun motivo) si trasforma in coccodrillo e uccide il teppista che l'ha picchiato, il giorno dopo quel ragazzo scompare. A questo punto di fa un salto indietro nel tempo. Enoch scappa perché una banda di teppisti è andata in avanscoperta in una fabbrica abbandonata (senso 0) e lui (ovviamente per caso) è li, si rifugia dentro un coso schifoso che non si capisce cosa sia perché questa scena è descritta da cani (non che le altre siano meglio)e trova un tesoro, ovviamente dato che è sfigato, i teppisti lo trovano, lo  mandano a casa a suon di botte (così a caso) e si prendono il tesoro. Il giorno dopo i teppisti dovrebbero dividersi quel bottino ma uno di loro è scomparso con tutto in tasca e Enoch, che è stato furbo, è tornato a casa con un ciondolo che è riuscito ad arraffare quand'era ancora nascosto. Sua madre prende il ciondolo lo indossa e la sera Enoch sogno di uccidere anche l'altro teppista, che nella realtà muore il giorno dopo. Alla fine si scopre che il tesoro ritrovato è antica ropa egiziana (che ovviamente si trova in un cunicolo vicino a una fabbrica così a caso) e che la morte dei ragazzi potrebbe essere stata provocata dal contatto prolungato con questi oggetti antichi, oppure dall'acqua contaminata che hanno bevuto mentre erano nella fabbrica. No, nessuno dei due, sono morti di infarto (a coso di sembrare ripetitiva devo dire: COSI' A CASO!)  e proprio alla fine si viene a sapere che la  madre pazza ha fatto una specie di incantesimo egiziano e, grazie al ciondolo ha trasformato suo figlio in un coccodrillo che uccide le persone nel sonno, e dato che suo figlio non ha coscienza di quello che fa, alla fine la uccide. FINE.
-Dialoghi
Non esiste. No no no... non è possibile... beh, di dialoghi veri e propri non ce ne sono, non c'è mai neanche un botta e risposta, tra una frase  e l'altra c'è sempre qualche spiegazione inutile, però ecco a voi qualche frase del teppista prima che morisse: "Cazzo Wall-e, ma non sei capace di andare più svelto? Io non ho voglia di invecchiare qui dentro", "Cazzo che schifo, ma proprio qui ti dovevi infilare? Dài striscia.", Oh cazzocazzocazzo..."e ci tengo a farvi notare che queste frasi sono prese tutte dallo stesso personaggio NELLA STESSA PAGINA, significa che questo tipo parla solo così. Ecco quando vi dico che sono poco caratterizzati.
- Gusto personale
Non mi è piaciuto... ma non so, era intuibile? XD


A questo libro ho dato: 1 stella
Le quattro rimanenti sono state tolte a:
Onestamente ho dato una stella perché non potevo darne 0 quindi i punti che tolgo sono tutti e cinque -.-"
-Personaggi
-Descrizioni
-Stile Autrice
-Dialoghi
-Gusto Personale

Post chiacchioroso e umile richiesta di perdono

Saaalve a tutti, Creature!
Sono stata assente tutta la settima e, come il titolo anticipa, questo sarà un lunghiiissimo post per farmi perdonare di quest'assenza. Chiacchierando egocentricamente di tutto ciò che mi ha tenuto lontana dal blog tutta la settimana vi mostrerò i nuovi libri, vi parlerò delle letture e trascriverò qualche frase dal libro che sto leggendo... insomma, un misto di Intentions of the week, Teaser Tuesdays, W...W...W...Wednesday, foto insanguinate e In my mailbox. XD Creature, se davvero volete leggere tutto fareste meglio a prepararvi ^^.
Innanzi tutto, la ragione che mi ha tenuta così a lungo lontana dal blog è una: SCUOLA. La più orribile, la più banale scusa del mondo, ma anche la più vera :( e la cosa peggiore è che, per la settimana a venire siamo strapieni di verifiche e interrogazioni varie, perciò non me la sento di promettervi che la prossima settimana sarò più presente... Potreste trovare un post come questo anche sabato prossimo.
Per cominciare, cosa ho fatto a Samhain? Bhé, avevo intenzione di postarvi qualche foto ieri ma non ho affatto avuto tempo, quindi ecco a voi me nei panni di Jack Skeleton!!!


E' stata una settimana orribile, ho pianificato l'omicidio di molti miei professori e l'abolimento di varie materie dal programma scolastico, ma nonostante tutto sono qui!

La giornata dopo Samhain ho fatto il mio primo giro a Milano... Già, il primo! :D

Per quanto riguarda la settimana le cose da raccontare sono finite immagino, quindi passiamo alle letture. Bene, Creature, questa settimana non ho toccato né libro né penna, esattamente, ho lasciato la lettura di Le tombe di Atuan esattamente all'inizio e ora, non appena avrò un attimo per respirare, non vedo l'ora di ricominciare a leggerlo. Mi è dispiaciuto moltissimo non avere tempo per andare avanti... comunque eccovi il Teaser che avrei dovuto postare martedì :)

"Era un morbido bagliore che si muoveva lentamente attraverso la caverna,
facendo splendere di mille scintille il tetto di pietre preziose e
proiettando mille fantastiche ombre lungo le pareti.
La luce bruciava all'estremità di un bastone di legno, che non emetteva fumo
e non si consumava. 
Il bastone era tenuto da una mano umana. Arha vide il viso vicino alla luce...
il viso scuro: il viso di un uomo."

Non è semplicemente stupendo lo stile della Le Guin!!?? 
Per quanto riguarda cosa leggerò dopo... bhé come sempre non ne ho la più pallida idea anche se forse... potrei leggere il linguaggio segreto dei fiori, l'ho comprato ieri. L'ho sempre voluto ma non sono mai riuscita a convincermi che faceva per me... finché la mia amichetta non è entrata in classe tirandolo fuori e urlando "sto leggendo un libro stupendo!!" e ottenendo come risposta un subdolo "si, lo conoscevo già, e sapevo anche che era stupendo" XD ok, non le ho dato soddisfazione, però grazie a lei mi sono convinta che è decisamente arrivato il momento di leggerlo!

Il linguaggio segreto dei fiori, Vanessa Diffenbaugh


TRAMA: Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e di lasciarsi amare. C'è solo un posto dove tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto ne parco pubblico di Potrero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. E' attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l'infanzia saltando da una famiglia adottiva a un'altra. Fino all'incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l'unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l'anima. Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L'unico in grado di estirparla è un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo così il cuore più acerbo della rosa bianca può diventare rosso di passione.

Io DOVEVO avere questo libro, e non solo perché sono il ritratto della personalità di Victoria ma anche perché mi si era presentata un'occasione imperdibile. Subitaneamente questo romanzo era stato pubblicato con una sola cover a circa 17 euro... ma ora la Garzanti ha creato tante cover diverse... vedete la foto del fiore che la ragazza tiene in mano in copertina? La Garzanti ha creato tantissime edizioni diverse, io ho quella con la stella di natale con sotto scritto "sii felice" ma ovviamente su internet non l'ho trovata... comunque dicevo, queste nuove edizioni non sono solo più carine, ma anche più economiche, infatti l'ho pagato solo 9,90 XD.
L'altro libro che ho comprato è stato un acquisto obbligato dalla mia prof di italiano:

Novelle, Giovanni Verga
"La roba era fatta per lui, che pareva ci avesse la calamita, perché la roba vuol stare con chi sa tenerla."


Mi sa che, per oggi, ho finito di annoiarvi. Qundi, Creature, come vanno le vostre letture? Quali sono i vostri nuovi arrivi? Cosa avete fatto a Samhain? Avete letto qualcosa della Le Guin? Conoscete "il linguaggio segreto dei fiori"? Volete augurarmi buona fortuna, che devo leggere tutte le novelle di Verga XD?

domenica 3 novembre 2013

WishList - Jane Austen


EEEhhh. Salve, Creature! Vi chiederete perché oggi ho in Wishlist il nome di un'autrice e non di un libro... be', semplice! Non ho mai letto nulla di Jane Austen e sarebbe un affronto alla mia natura di lettrice rimanerne ancora lontana... Ma, non conoscendo il suo stile e avendo solo intravisto la trama delle opere, io non saprei proprio quale scegliere... Perciò chiedo a voi, Creature, la conoscete (non vedo chi potrebbe non conoscerla)? Avete letto qualcosa di suo? Cosa consigliate?


sabato 2 novembre 2013

In my Mail Box #12


Ed ecco a voi altri due nuovissimi libri che si sono aggiunti agli scaffali del Castello questa settimana! (Non so se l'avete notato anche voi ma di solito sono sempre due libri alla settimana... non che mi lamenti ma vorrei alzare questo numerino...).

Inferno, Dan Brown
TRAMA: Non è affatto sorprendente che lo studioso di simbologia Robert Langdon sia un esperto di Dante, anzi. E' naturale che al poeta fiorentino e alla visionarietà con cui tradusse in forme solenni e oscure le temperie della sua epoca tormentata il professore americano abbia dedicato studi e corsi universitari ad Harvard. E quindi è normale che a Firenze Robert Langdon sia di casa, che il David e piazza della Signoria, il giardino di Boboli e Palazzo Vecchio siano per lui uno sfondo familiare, una costellazione culturale e affettiva ben diversa dal palcoscenico turistico percorso in tutti i sensi di marcia da legioni di visitatori.
Ma ora è tutto diverso, non c'è niente di normale, nulla che possa rievocare una dolce abitudine. Questa volta è un incubo e la sua conoscenza della città fin nei labirinti delle stradine, dei corridoi dei palazzi, dei passaggi segreti, può aiutarlo a salvarsi la vita. Il Robert Langdon che si sveglia in una stanza d'ospedale, stordito, sedato, ferito alla testa, gli abiti insanguinati su una sedia, ricorda infatti a stento il proprio nome, non capisce come sia arrivato a Firenze, chi abbia tentato di ucciderlo e perché i suoi inseguitori non sembrino affatto intenzionati a mollare il il colpo. Barcollante, la mente invasa da apparizioni mostruose che ricordano la Morte Nera che flagellò l'Europa medievale e simboli criptici connessi alla prima cantica del Divino poema, le labbra capaci di articolare, nel delirio dell'anestetico, soltanto un incongruo "very sorry", il professore deve scappare. E, aiutato solo dalla giovane dottoressa Sienna Brooks, soccorrevole ma misericordiosa come troppe persone e cose intorno a lui, deve scappare da tutti.
Comincia una caccia all'uomo in cui schieramenti avversari si potrebbero ritrovare dalla stessa parte, in cui niente è quello che sembra: un'organizzazione chiamata Consortium è ambigua tanto quanto un movimento detto Transumanesimo e uno scienziato come Bertrand Zobrist può elaborare teorie che oscillano tra utopia e aberrazione. 

Tutto il mare tra di noi, Dina Nayeri
TRAMA: La mamma e Mathab sono emigrate negli Stati Uniti: è cosi che Saba, a undici anni, si spiega la loro improvvisa scomparsa. Lei è rimasta a vivere con il padre, in un villaggio dell'Iran travolto dalla Rivoluzione islamica. Ma perché nessuno vuole darle notizie della madre e della sorella gemella? E perché, tra le due figlie, non è stata destinata lei a una vita migliore? Saba cresce tra questi interrogativi, sospesa tra la vana speranza di una lettera e il sospetto di una verità troppo dolorosa da accettare. Si chiede quanti cucchiaini di terra e di mare le servirebbero per coprire la distanza che la separa dalla sorella perduta, e cerca di colmare quel vuoto con tesori di contrabbando: riviste, musica e videocassette americane, illegali in Iran, comprate e consumate di nascosto come piaceri proibiti. Eppure, con l'approssimarsi dell'età adulta, Saba si rende conto che nemmeno un nuovo album di Madonna o una puntata di Genitori in blue jeans possono metterla al riparo dalla vita vera, quella fatta di chador neri e matrimoni combinati. Nulla, però, le impedisce di sognare, immaginandosi nei panni di Mathab e delle sue infinite opportunità: dagli studi ad Harvard ai molteplici amori. Dopotutto, se è vero che essere gemelle vuol dire condividere sangue e destino, un filo invisibile le legherà sempre, ovunque esse siano. Allora inventarsi la vita di Mathab sarà un po' come fuggire, raccontarla sarà un po' come esserne protagonista, pur restando in Iran. Dove realtà e finzione convivono da sempre nell'arte millenaria dei cantastorie.


Book of the month - ottobre 2013



Book of the month è una rubrica ideata da Rowan del blog Ombre Angeliche e da Reina del blog Il portale segreto utile per fare un bilancio mensile delle proprie letture, di cui ho estremamente bisogno ^^


Trama QUI

Ho scelto questo libro perché: Il libro che ho scelto è Il mago e cioè il primo della serie che, ripetiamolo, io possiedo interamente contenuta in questo unico volume, quindi vedrete questa cover molto spesso ma per libri diversi.
Questo primo volume mi ha preso talmente tanto che mi sono subito gettata su secondo, anche se no ho avuto affatto tempo per leggere e sto ancora all'inizio... Lo stile della Le Guin è qualcosa di superbo e indescrivibile, me ne sono follemente innamorata. Vi assicuro che ve ne parlerò più approfonditamente nella recensione.

TRAMA: Ottima, intrigante e magica.
PERSONAGGI: Fantastici, anche se per descriverli la Le Guin usa una tecnica tutta sua di vi parlerò poi nella recensione.
STILE: Fantastico, scorrevole, un sogno!
ORIGINALITA': Ottima
VOTO MEDIO: 9/10
CONSIGLIATO: Assolutamente a tutti, è un libro stupendo!



Trama QUI

Ho scelto questo libro perché: Purtroppo anche di questo non ho ancora scritto la recensione quindi è già tanto che vi dica in anticipo che non mi è piaciuto... se vi dico anche perché poi nella recensione cosa ci scrivo?
Va bé dai, vi dico poco... Il libro non ha né capo né coda, proprio non ha motivo di esistere! La trama spunta fuori dal nulla e il libro finisce nel  più completo buio lasciandoti nel cervello una nuvola di fumo. Non so se mi sono spiegata ma vedrete che anche di questo vi parlerò più approfonditamente (per quanto mi è possibile viso che conta solo 124 pagine).

TRAMA: Subito su due piedi sembra interessante ma viene sviluppata malissimo!
PERSONAGGI: Personaggi? Quali personaggi? Cioè, mi state dicendo che in questo libro c'erano dei personaggi???
STILE: Scrive bene, ma non sa a cosa dare importanza nelle descrizioni.
ORIGINALITA': Se fosse ben sviluppata, la trama sarebbe molto originale, ma così fa solo schifo.
VOTO MEDIO: 2/10
CONSIGLIATO: A nessuno, assolutamente.


LIBRI LETTI:
1) cuore d'inchiostro - Leggi la recensione
2) le fate a metà e il segreto di Arla - Leggi la recensione
3) Wintergirls - Leggi la recensione
4) CSI Alaska, primavera di ghiaccio - Leggi la recensione
5) sogni di sangue - recensione a breve
6) La saga di Terramare, Il mago - recensione a breve
7) La saga di Terramare, Le tombe di Atuan - in lettura

Ed eccoci alla fine di questa puntata di Book of the month, volevo scusarmi per averla pubblicata in ritardo e per essere stata assente in questi giorni... Giornate piene. Oggi pubblicherò anche In My mailbox però non vi prometto niente per la puntata di foto insanguinate... se riesco a passare sul pc le foto di Samhain la posto se no ci vediamo alla prossima!!

e per voi, Creature? Com'è stato questo mese di letture?