venerdì 18 ottobre 2013

Recensione - Le fate a metà e il segreto di Arla

Quindi eccomi qui con una nuova recensione... Non saprei se chiamarla davvero così, è un po' troppo corta ma cosa ci si dovrebbe aspettare da un libro per ragazzi?

Titolo: Le fate a metà e il segreto di Arla
Serie: Le fate a metà 
Autore: Benedetta Parodi
Prezzo: 12,50
Pagine: 184
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: maggio 2013














TRAMA: E' una sera come tante altre, quando alla finestra della cameretta di Bianca e Viola, due vivaci gemelle del tutto diverse tra loro, compare una civetta parlante. Si chiama Allister e sta cercando qualcuno che la aiuti a salvare il mondo delle fate, minacciato da un grande pericolo.
Ma perché una strana foschia ha guidato Allister proprio dalle due sorelle? E come possono delle bambine compiere un'impresa tanto difficile? Per farlo Bianca e Viola dovranno scoprire il segreto di Arla, la Fata della Nebbia misteriosamente scomparsa da lungo tempo. E affrontare un avventura tra paesaggi incantati e sorprendenti bastoni magici, a cui si aggiunge l'aiuto di un librone impolverato che contiene ricette squisite, anche se davvero insolite...

Allora, che dire? Mi sono buttata su un fantasy per ragazzi in primis perché sapevo che ci avrei messo poco tempo per leggerlo. Come vi ho spiegato nella recensione di Cuore d'inchiostro io ho il problema di essere impaziente, perciò se ci metto troppo tempo a leggere un libro lo apprezzo di meno. Dopo  tre settimane sempre con lo stesso romanzo in mano avevo bisogno di qualcosa con cui staccare, qualcosa che sapevo mi avrebbe preso una giornata si e no...
Solo che non mi aspettavo che mi piacesse.
Il libro è abbastanza corto ed essendo la trama sufficientemente esauriente io non mi dilungherò troppo riguardo al contenuto in sé del libro.
Diciamo solo che parla di queste due adorabili bambine che vengono all'improvviso avvolte da una potente nebbia magica e dopo poco una civetta parlante fa loro visita. Spiega loro la terribile situazione in cui il mondo magico sta versando a causa dell'assenza del cibo per le fate (causata a sua volta dall'arrivo di un terribile mostro dalle sembianze di un serpente gigante).
Le bambine hanno il compito di fornire alle fate il cibo magico che, a causa del serpentone, non è più presente in natura. Ci riusciranno tramite le ricette magiche di un librone magico della loro bisnonna che scoprono essere stata una fata (magica). 
Loro, essendo discendenti di Arla (la loro bisnonna Carla [che era la fata della nebbia]) hanno nelle vene sangue di fate e il compito di rifornire perennemente di cibo il mondo fatato viene permanentemente affidato a loro, così come il compito di tenere a bada il grosso serpentone che scappa in presenza della nebbia (che solo loro sanno evocare) e che sta cercando di catturare proprio loro.
L'ho trovato un libro molto carino, Benedetta Parodi ha uno stile scorrevole e fluido eppure non esageratamente "per bambini" caratterizza bene i suoi personaggi e crea delle splendide ambientazioni, un mix di avventura e magia che mi ha fatto passare una giornata col sorriso sulle labbra.
Ah. Giusto, ho dimenticato di dirvi che, per chi di voi fosse interessato, questo è il primo volume di una trilogia fantasy per ragazzi intitolata: Le fate a metà.

A questo libro ho dato: 3 stelle e mezza
L'una e mezza rimanente è stata tolta a: 
- Nulla di particolare, sentimento personale

2 commenti:

  1. Ciao!! Sono una nuovissima follower!
    Questo libro inizia a incuriosirmi, soprattutto perché vedo che le recensioni non sono mai negative!
    Fai un salto da me se ti va, un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenutissima, allora!! Farò un salto con piacere e, se decidi di leggere questo libro, fammi sapere che ne pensi! ^^

      Elimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, ne ho bisogno per capire quali post preferite :3